l’Italia non si occupa delle vittime

Il racconto di due omicidi mancati in un paese che non si occupa delle vittime… leggi il resto e commenta direttamente sul Fatto on line oppure meglio ancora sulla pagina fb de il Fatto quotidiano

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in articoli, dalle & nelle fogne e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a l’Italia non si occupa delle vittime

  1. Elettra ha detto:

    La prima cosa da fare è la riforma del sistema giudiziario ,nuove semplici leggi,certezza della pena .Sono stata truffata per diecimila euro da uno stronzo che ho fatto poi catturare che è subito stato rilasciato, alla prima udienza del processo non si è presentato essendo albanese senza permesso di soggiorno,è stato comunque rinviato a giudizio. Prima sono stata interrogata almeno tre volte dai carabinieri e mi sono quasi sentita carnefice anzichè vittima.
    La prossima udienza è ad ottobre e dovrei spendere altri duemila euro di avvocato per costituirmi parte civile per avere la possibilità di recuperare qualcosa.Lui non ha una lira, è un ventitreenne accusato di circonvenzione di incapace anche se non è così che sono andati i fatti,in sostanza mi ha sottratto il bancomat e avendogli lasciato per leggerezza le chiavi di casa mentre ero in ospedale ha trovato il codice.
    Che dire? Che l’esperienza di Sabrina e Federico è drammatica e a chi non ha esperienza diretta potrebbe sembrare inverosimile, in realtà la giustizia in Italia è una bolgia dantesca dove chi non vi è incappato deve ritenersi fortunato… Una vittima,specie se donna dovrebbe essere tutelata non costretta a fuggire dalla insensatezza di una misura cautelare. Mi spiace tanto per il signor Federico che ha dovuto contrastare un delinquente pregiudicato e ci ha rimesso di suo,fossero tuttie nobili come lei le persone. Onore al merito. Ma in che mondo di …viviamo?

  2. aldoricci ha detto:

    Commento importante il tuo… peccato tu non l’abbia inserito sul blog del Fatto… lì avresti potuto contribuire di più a diffondere la tua esperienza… per commentare su Fatto on line è necessario sbattersi qualche minuto per iscriversi… e purtroppo molti fanno come te… non si sbattono e quindi non contribuiscono… peccato

  3. Elettra ha detto:

    Non sapevo di poterlo fare…non è stata pigrizia !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...