e le chiamano rimozioni

Ivan Pes auto/ritratto

Ivan Pes auto/ritratto

Di molti lo sapevo, di altri no. Che l’attore Mario Carotenuto fosse nella Legione SS Italiane non lo sapevo, idem del disegnatore-artista Hugo Pratt quale membro, con compiti di spionaggio, del Servizio di Sicurezza delle SS, noto come SD, quando, invece, Wikipedia scrive: “Nel 1943, dopo l’armistizio di Cassibile, Pratt aderì alla Repubblica Sociale Italiana e fu per breve tempo marò della Xª Flottiglia MAS militando nel Battaglione Lupo finché la nonna lo costrinse a ritornare a casa [2][3]. Nell’autunno del 1944 rischiò invece di essere fucilato dalle SS, che temevano fosse una spia sudafricana. Nel 1945 raggiunse gli angloamericani e fu impiegato da questi come interprete per le armate Alleate.[4] Nel 1945 a Venezia, iniziò ad organizzare spettacoli per le truppe della coalizione vincitrice” (vi rimando alle note in calce al profilo Wiki … a mio avviso non attendibili). In questa lista ne mancano tanti, che mai rinnegarono il loro passato e, logicamente, vennero messi da parte (epurati) nell’Italia post 25 aprile 1945 (il Corriere della Sera, negli anni inizio 2000, estromise il fine intellettuale Pio Filippani Ronconi, assieme ad Armando Torno – filofascista -, perché anche lui nella Legione SS Italiane). Anche alcuni di questi, riportati nel filmato. non fecero mai mistero di aver combattuto da quella parte. Due giorni fa è morto l’attore Riccardo Garrone (oltre ad essere un grande artista, lo si ricorda come il San Pietro negli spot del caffè Lavazza) anche lui nella X Flottiglia MAS. Nella lista che vedrete scorrere in finale al filmato appaiono anche i nomi di Eduardo, Peppino e Titina De Filippo (grandi attori napoletani) che aderirono alla RSI e, i due maschi, si dice che fossero informatori dell’OVRA (Polizia Segreta Fascista o Politica Fascista) durante il conflitto. Da sempre affermo che necessiterebbe iniziare a mettere tutte le carte sul tavolo in questa Nazione. Sia per giungere a una rappacificazione nazionale e per condividere, infine, una memoria comune, visto che di Guerra Civile (dal 1943 al 1945) finalmente si parla. E il tutto con scientificità storica. Segue, nei commenti, un filmato riguardante il Premio Nobel Dario Fo che, come l’altro Premio Nobel Gunter Grass (che militò nelle SS, ma tacque), ha tentato in mille modi di raccontarla alla sua maniera per giustificare la sua/loro militanza a sinistra, quando, invece, l’estrema destra fu la loro prima casa. E potrei andare avanti delle ore, tirando in ballo anche l’attore Horst Tappert (l’Ispettore Derrick) che, quando in Germania si scoprì che aveva militato nelle SS, venne pian piano messo da parte, fino alla sua completa sparizione dagli schermi … ma mi fermo qui, a voi l’investigare in un certo, nostro, passato … comunque quante balle sono state dette e scritte in questi ultimi 70anni … quante balle! ” – Gian Ruggero Manzoni

Tra gli 800mila volontari che aderirono alla Repubblica Sociale Italiana ovvero alla Repubblica di Salò, ci furono molti artisti, attori, cantanti, musicisti, poeti, scrittori, giornalisti, sportivi… vedere per credere… ce n’è per tutti > https://youtu.be/XXrAtdvDgfE 

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in bersagli, dalle & nelle fogne e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a e le chiamano rimozioni

  1. Walter ha detto:

    Essere fascisti non fa meno schifo. E con quell’ egocentrico di Mussolini lo era tutto un popolo.
    Tutto … un … popolo.
    A Piazza Venezia quando Mister grugno dichiarò l’ entrata in guerra a fianco dei nazisti, le folle oceaniche che gridavano “viva il duce!” erano folle, oceaniche e convinte.
    Ha fatto schifo e pena tutto un popolo, non solo quattro artisti.
    Chi non aderì, rappresentò solo le briciole di un pane amaro.
    Questa è una vergogna consegnata alla storia. La storia di Italia, non solo di artisti, sportivi e personaggi famosi.
    Anche Benedetto XVI aderì alla Gioventù hitleriana. Un Papa, sissignore.
    E’ così. E’ la storia. Quella che non piace e che fa parte di noi.
    Qui sotto, un video esplicativo (anche troppo) di gente, che non passava per caso, quando parlava “Lui”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...