Gian Ruggero Manzoni su PPP

Pier Paolo Pasolini

Pier Paolo Pasolini

“Come mio solito arrivo sempre dopo (in questi casi – cioè a riflettori ormai semi spenti. In questi giorni ho letto e sentito di tutto e di più su Pasolini. Sono usciti non so quanti libri su di lui e sul suo delitto nell’ultimo mese – le solite strumentalizzazioni letterarie da strenna mortuaria… ipotesi… teorie… teoremi –  fior di intellettuali e artisti italiani e stranieri hanno sentenziato, pontificato, elogiato, sparato a zero, mitizzato, millantato, e chi più ne ha ne metta…

Io ho incontrato PPP una sola volta e gli ho anche stretto la mano. E lui sentendo il mio accento mi domandò: “Sei bolognese?”, e io: “No, romagnolo“, e lui: “Sempre incazzati voi romagnoli!“, e io: “Forse un tempo“, al che lui sorrise e se ne andò. Fu nel 1975, alla Sapienza di Roma, una decina di giorni prima che venisse ucciso, un punto dove reputo si sia tutti d’accordo.

Erano gli anni caldi della contestazione e il piombo nonché le bombe la facevano da padroni. Lui partecipò a un’assemblea, delirante e caotica nonché super popolata, che si tenne all’Ateneo Romano. L’Autonomia (di sinistra e destra) stava prendendo forma, e una certa intellighezia amava mischiarvisi, per poi scrivere elzeviri sul Corriere, l’Unità, Paese Sera, Il Manifesto, Lotta Continua, L’Avanti, Il Secolo d’Italia, La Stampa, Il Giornale di Indro Montanelli… visto che quel mattone-partito de la Repubblica doveva ancora nascere.

E adesso dirò la mia, brevemente. Pasolini non è stato un grande poeta, né un grande traduttore, né un grande regista, né una grande romanziere – a parte Ragazzi di vita e Una vita violenta – né un grande pittore, ma un grande intellettuale SI’, e differenza c’è tra chi “creativo” e chi “intellettuale”, tra chi “narratore” e chi “scrittore”, tra chi “artista” e chi “vicino agli artisti” o, meglio, chi “praticante l’arte”. Non era né uomo di sinistra né di destra… era un cattolico, e chi é cattolico non può essere né di sinistra né di destra, come neppure di centro… era unicamente un cattolico (più o meno in odore di apostasia o di eresia), oltretutto gay (con tutto ciò che ne deriva, sia in positivo che in negativo). Era indubbiamente scomodo, proprio per questo, sia per la sinistra, sia per la destra, che per il centro e anche per i cattolici (naturalmente). Chi lo ha ucciso? L’Italia, come tanti altri negli anni ’60, ’70 e anche ’80 (ma anche prima, e anche dopo). Infatti questo è un Paese che uccide, in tutte le maniere e in tutte le salse. Sì, il Bel Paese (per gli stranieri), uccide e ha sempre ucciso tutti coloro che si distaccavano e si distaccano da questo o da quel coro, da questa o quella combriccola, conventicola, lobby, congrega, mafia, da questo o quel partito, da questa o quella Società, più o meno segreta. Era uomo che ha sempre vissuto con la tragedia successa al fratello Guidalberto che gli camminava al fianco (il partigiano cattolico Ermes ammazzato dai partigiani comunisti nei pressi di Porzus, come Francesco De Gregori, lo zio del cantautore, suo comandante – nome di battaglia Bolla)… e quella tragedia gli ha segnato indiscutibilmente tutta la vita, fino a trovare una morte simile, ma non massacrato da squadracce fasciste o comuniste, ma, secondo me, ammazzato da quei balordi che amava frequentare. Del resto, dalla sua prima riga scritta, alla sua ultima parola pronunciata, alla sua ultima immagine cinematografica non ha che chiamato a sé simil morte…. simil mattanza. Così io la penso, poi, magari, mi sbaglierò. Un ricordo a te, PPP, uomo tormentato e sempre alla ricerca del perché (appunto) l’Italia uccide” – Gian Ruggero Manzoni

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in dalle & nelle fogne, encomi e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Gian Ruggero Manzoni su PPP

  1. ninjalaspia ha detto:

    le prime parole su PPP che condivido

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...