una risata vi seppellirà

il David in/grassato

il Devid di Maichel/angelo

from ArteMagazine da Fi/renzi >

“Cosa resterà nel futuro dell’arte del nostro tempo? Quali opere, in una galleria ideale, terranno il confronto con Michelangelo? Quali valori, quali qualità, il nostro tempo consegnerà ai posteri? Numerosi gli interrogativi della rassegna I grandi maestri dell’arte con/temporanea a confronto con Michelangelo, dal prossimo anno alla Galleria dell’Accademia fi/renzina, con un progetto che coinvolgerà dieci maestri (sic!) dell’arte con/temporanea > Marina Abramović, Cai Guo-Qiang, Maurizio Cattelan, Damien Hirst, Jeff Koons, Yayoi Kusama, Bruce Nauman, Richard Prince, Gerhard Richter, Cindy Sherman si confronteranno con Michelangelo e di altri grandi artisti del passato.

Percorso che accosterà l’arte antica con quella di con/temporanei come Jeff Koons, Maurizio Cattelan, Cindy Sherman” & chi più ne ha più lor lo metta (il corsivo è nostro, ndr).

«Tuttavia – ri/piegano gli organizzatori – sebbene le comparazioni tra passato e presente, sono (siano, congiuntivo che non sanno più usare, ndr) frequenti, questa rassegna sarà una sorta di  confronto tra giganti».

Ma va là? 

“Da una parte il David di Michelangelo seguito da Giotto, Taddeo Gaddi, Paolo Uccello, Botticelli, Ghirlandaio, Perugino – e dall’altra i dieci più celebri artisti del nostro tempo, coloro che negli scorsi decenni hanno raggiunto i vertici del sistema dell’arte così/detta, in quanto a valore e notorietà (leggi potere, pubblicità & miliardi, ndr).

“Nell’ideare la mostra, Fabio Cavallucci, direttore del Centro per l’Arte Con/temporanea Luigi Pecci di Prato, & Angelo Tartuferi, direttore della Galleria dell’Accademia di Firenze, sono partiti dal pronostico di Walter Benjamin che l’arte avrebbe perso la propria aura ma che, a dis/petto di tale teoria, i new media e il così/detto star system hanno potenziato l’iconicità delle opere con/temporanee, grazie al risalto loro conferitogli dal mercato e dall’attenzione mediatica”.

“Secondo i curatori – continuiamo a leggere estere/fatti «le opere degli artisti contemporanei che saranno messe in mostra non solo reggeranno il confronto con Michelangelo, e con altri maestri, ma aggiungeranno elementi di sorpresa e più attuali chiavi di interpretazione a quelle del passato, al punto che perfino gli antichi capolavori potranno arricchirsi di nuovi significati agli occhi dei visitatori».

Nun ce se crede. 

ps / tutti gli slash inseriti nel riportato articolo sono rigorosa/mente nostri

Jeff Koons ex marito di Ciccio/lina

Jeff Koons già marito di Ciccio/lina

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in consigli per gli acquisti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a una risata vi seppellirà

  1. helios2012 ha detto:

    Esibirsi in luce riflessa per abbagliare ancora gli ultimi creduloni rimasti non fa bene a nessuno. Né alla storia né a chi fa della storia solo uno strumento di comodo e di business.

    Saluti!

  2. Susan ha detto:

    — Mangia , Mangia — :-)
    — Delicious Italian Gastronome — ,
    — Walk, Walk, Walk — !!!!!

  3. Pingback: arte in pillole /11 | aldo ricci blog

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...