Scientology

Tom Cruise in una sequenza del docu film Scientology cinema-trailer-del-docu-film-going-clear-scientology-e-la-prigione-della-fede

Tom Cruise in una sequenza di Scientology e la prigione della fede

Non basterebbe un saggio per recensire questo docu film di Paul Haggis (Oscar 2006 per Crash)  sulle orgini, i metodi, i fini e il potere finaziario della supposta chiesa di Scientology.

Ragion per cui sulla falsa riga della recensione di Raffaella Giancristofaro su mymovies.it, poniamo in neretto le nostre considerazioni nei confronti di una setta di pazzi gestita con metodi criminali basati su un sistema di premi & punizioni d’ispirazione nazista, ben sintetizzati da questo film selezionato dal Sundance Festival nel 2015 e trasmesso nello scorso marzo da HBO negli Stati Uniti. Un film gravido d’informazioni che, a una ricostruzione delle origini di Scientology, alterna le testimonianze di sette scientologist di lungo corso, oggi fuoriusciti assieme allo stesso regista.

Tre di loro, Marthy Rathbun, Mike Rinder e Tom DeVocht, hanno avuto posti di primo piano nella dirigenza dell’organizzazione, ne testimoniano il condizionamento mentale, lo sfruttamento del lavoro, la coercizione, metodi di spionaggio e stalking, raccolta di dati personali, intimidazione grazie alla correità di campioni d’incassi hollywoodiani come John Travolta, Tom Cruise e in/direttamente e a diverso titolo delle loro mogli, come Nicole Kidman & chi più ne ha meno lor lo metta.

In parallelo si delinea il profilo di L. Ronald Hubbard, ipertrofico autore di racconti di science fiction and fantasy negli anni ’40, nonché sedicente eroe di guerra al quale viene attribuita l’affermazione “l’unico modo per fare tanti soldi è avere una religione“; uno che vagò per anni nei porti di mezzo mondo, evadendo il fisco e sfruttando e impiegando al proprio servizio adepti del culto nella Sea Org, una pseudo Marina militare da lui fondata nel ’67. Alla morte di questo pseudo eroe (1986) il suo posto venne occupato da David Miscavige,  bad guy & body guard della congregazione criminogena nonché sodale di Cruise Tom nelle convention dell’organizzazione, nel  tripudio di ovazioni scenografiche di sapore dittatoriale, come base di un business multinazionale senza precedenti.

La documentata disanima di questa pseudo organizzazione religiosa non si limita all’aspetto etico-metodologico, ma arriva a denunciare il clamoroso accordo del 1993 tra l’IRS, agenzia delle tasse statunitense, minacciata da Scientology mediante centinaia di cause legali, in seguito alle quali il governo (sic!) statunitense (double sic!), arrivò a concedere a Scientology lo status di religione ergo l’automatica esenzione dalle tasse, con conseguente accumulo di un incredibile patrimonio patrimoniale & immobiliare  a tutt’oggi sparso ai quattro angoli del mondo. 

La domanda tutta retorica da porsi è come sia possibile che sedicenti potenti organizzazioni governative statunitensi come FBI & CIA, tacendo tutte le altre, si siano dimostrate e continuino incapaci & impotenti nei confronti di questa così/detta Scientology, una setta che avrebbe fatto invidia a Hitler e ai suoi mentecatti accoliti.

 

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in dalle & nelle fogne, encomi, recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...