exit no exit > the real question

from Gio McCluskey

from Gio McCluskey

from Beppe Grillo blog > “Su Der Spiegel Wolfgang Munchau prevede il default della Grecia, che necessariamente accadrà tra non molto. Sarebbe molto meglio se i tedeschi si preparassero a questo scenario e la Grecia si riprendesse la sua autonomia. ‘La Grecia sta per fallire e avrà presto bisogno di una nuova valuta. La politica dovrebbe prendere già adesso le sue contromisure. Per il momento i politici greci sembrano avere i nervi saldi. Prima della bancarotta c’è il fine settimana della Pasqua ortodossa, che quest’anno arriva una settimana dopo la nostra. Sembra proprio che [i Greci] prima racimoleranno i 460 milioni di euro di cui hanno bisogno per restituire un credito al FMI. Non sappiamo se poi [il denaro] basterà anche per gli stipendi e le pensioni dovuti ad aprile. Per adesso si festeggia la Pasqua. Prima o poi, nei prossimi due o tre mesi, non sarà più possibile trovare denaro. Si può ancora saccheggiare qualche cassa, impegnare le eccedenze della previdenza sociale o magari spillare all’ultimo momento la liquidità delle banche. I governi hanno riserve di denaro alle quali hanno accesso a breve termine, ma con queste non possono finanziare le spese nel lungo periodo. Quello che non può durare, prima o poi finisce. Questo momento forse non arriverà in aprile, ma a maggio, a giugno o al più tardi a luglio. Allora o i Greci o i loro creditori dovranno cedere. O magari addirittura entrambi contemporaneamente. [Se] nessuno cede, allora ci sarà immancabilmente la minaccia del Grexit, un’uscita della Grecia dall’euro. Sarebbe bene se ci preparassimo tutti a questo scenario, dal punto di vista politico ed economico. Qui non si parla principalmente dei rischi delle banche, bensì delle conseguenze economiche e geopolitiche e anche dell’emergenza umanitaria che si potrebbe aggravare a causa di un’uscita [dall’euro].’ Wolfgang Munchau” – leggi l’articolo integrale La nostra impressione, dettata più che altro dall’intuizione, è che non accadrà nulla di quanto sopra per motivi diversi. Il principale è che se ciò accadesse la Grecia cadrebbe o ricadrebbe, a seconda dei punti di vista, nell’orbita della Russia di Vladimir Putin… Se poi questa nostra previsione, in netta contro tendenza con quella di Beppe Grillo,  fosse smentita dai fatti, siam pronti sin da ora a chiedere venia. (*) (*) con la collaborazione della Compagnia dei Derivati Bananiferi Siciliani

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in articoli e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a exit no exit > the real question

  1. Mauro Poggi ha detto:

    L’analisi di Munchau parte dalla presunzione che i dati oggettivi su cui si basa siano determinanti. Tuttavia trascura un dettaglio: l’esito dipende non da condizioni oggettive bensì da volontà politica (quello greco è un problema politico, non finanziario – come in generale sono un problema politico e non finanziario i debiti sovrani ). Aruspici e àuspici avrebbero altrettante possibilità di azzeccarla seguendo le loro rispettive metodologie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...