Ma chi è Charlie?

Il nuovo Male/ Frigidaire in edicola

Il nuovo Male/ Frigidaire in edicola

Lunedì 26 gennaio appena scorso abbiamo pubblicato su il Fatto Quotidiano cartaceo un pezzo titolato Quanta solidarietà per la satira degli altri che però, a causa di un nostro qui pro quo (leggi qui quo qua), era la penultima versione dello stesso pezzo e non l’ultima che, per correttezza, riproponiamo di qui seguito, ponendo in neretto le esiziali parti mancanti:

Dall’attentato a Charlie Hebdo fioccano in Italia dichiarazioni di sostegno alla libera satira, ma la realtà è stata ed è ben diversa. Lo dimostra il caso di Frigidaire
e del suo direttore Vincenzo Sparagna, già protagonista de Il Male (1978-81), il
quale ha subito innumerevoli processi e ancora deve difendersi da molti nemici.
Frigidaire, rivista postideologica di fumetti e reportages, dalla veste grafica stupefacente, fu fondata nel 1980 da Sparagna, Stefano Tamburini, Andrea Pazienza, Filippo Scozzari, Massimo Mattioli e Tanino Liberatore e negli anni ha raccolto
centinaia di collaboratori compreso il geniale f/oto/grafo Mario Pischedda
nonché il sottoscritto, testé tornato dal Setup Art Fair di Bologna dove è evidente la presenza di almeno di due generazioni di giovani artisti cresciuti “a pane e Frigidaire”. Oggi il suo ciclo degli anni ’80 viene celebrato ed è universale la fama di autori come Pazienza o di storie come il Ranxerox di Tamburini disegnato da Liberatore. Eppure nel 1986 la Commissione per l’Editoria, presieduta da Giuliano Amato, allora braccio destro
di Craxi, la cancellò dall’elenco delle riviste culturali privandola di mezzo miliardo di legittimi rimborsi per il sovrapprezzo della carta. Un colpo durissimo, cui però, anche se tra infiniti sacrifici, il gruppo di Sparagna sopravvisse, creando nel tempo altre testate parallele (Frìzzer, Tempi Supplementari, Il Lunedì della Repubblica, La Piccola Unità, fino al mensile Il Nuovo Male tuttora in edicola). Mala guerra del potere contro Frigidaire, oltre ai processi a Sparagna (salvato dal carcere solo grazie alle difese gratuite dell’avvocato Nino Marazzita), è continuata anche dopo il periodo craxiano. Alle denunce penali si sono aggiunte quelle civili con richieste di danni (l’ultima di Guido Bertolaso, dopo l’editoriale di Sparagna “Bertoldo, Bertoldino e Bertolaso”, si è conclusa con la condanna di Bertolaso al pagamento delle spese). Ancora più pesante è il tentativo di cancellare Frigidaire con il silenzio, escludendolo dai palinsesti TV o citandolo solo per il suo passato. Frigidaire è invece ancora vivo e perseguitato, non solo dai grandi, anche dai piccoli poteri. Come dimostra la storia di Frigolandia (www.frigolandia.eu), fondata nel 2006 da Sparagna e i suoi nel piccolo comune di Giano dell’Umbria, in una ex colonia presa in concessione a pagamento. Redazione di Frigidaire e de Il Nuovo Male, Museo dell’Arte Maivista (il beffardo movimento creato nel 1985 da Sparagna e dall’amico Pazienza), Frigolandia ha accolto migliaia di persone, ha fatto crescere accanto ad autori storici come Giuliano, Delucchi o Franzaroli giovani disegnatori come Giuseppe Del Buono, Maurizio Ercole, Cecigian, Maila Navarro, Gianni Cossu e altri, ha fatto seminari e mostre, eppure è osteggiata dagli amministratori piddini di Giano dell’Umbria, insensibili al suo valore culturale, che le provano tutte (sfratti illegali, minacce, campagne di diffamazione) per distruggerla. Forse perché, come dicevano le nostre nonne, l’ignoranza e l’invidia sono demoni che non si sconfiggono mai” – Aldo Ricci

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in articoli e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...