Lucy

la locandina

la locandina

Che Luc Besson ami mettere al centro di molte sue opere personaggi femminili coinvolti in esperienze che ne mutano profondamente la vita è testimoniato dalla sua filmografia – verga Giancarlo Zappoli – come già in Leon, Nikita, The Lady e questo splendido Lucy  – diverse e al contempo vicine per capacità di resistenza, di forza d’animo, di sguardo verso possibili mutamenti che i maschi faticano a sostenere“.

Un altro film ordunque dominato da un personaggio femminile con le palle e che, molto amerikanamente – Besson è il più amerikano dei registi della rive gouche nel senso ampio del termine e non a caso la produzione è Usa – riesce a spaccare il culo a un esercito di maschi malfattori & coglioni q.b – quanto basta per riuscire a sterminarli tutti, escluso un ristretto gruppo di scienziati che però Lucy riesce a surclassare sul loro stesso piano, quello della neuroscienza.

Visto & considerato che l’assunto iniziale del film ci ricorda che il cervello umano ha sviluppato solo il 10% della sua potenzialità e che nell’intero mondo animale di cui l’homo sapiens fa parte – chi nutra ancora qualche dubbio basta che guardi ai pastori dell’Isis & via enumerando – solo il delfino ha sviluppato il 20% della sua potenzialità. Cosa riusciremmo a fare se il nostro apparato neuronico aumentasse progressivamente fino ad arrivare al 100%, è il tema svolto da questo science fiction movie and action thriller che nonostante ciò, è persino didattico e didascalico riuscendo, come sottolinea Zappoli, a esporre “una sorta di trattato del Tao” i cui principi guidano la protagonista: “Vuota la tua mente di tutti i pensieri; lascia che il tuo cuore trovi la pace. Studia la complessità del mondo, ma contemplane il ritorno. Il ritorno alla sorgente è la serenità. Se non realizzi la fonte finirai con il confonderti e il dispiacerti. Quando comprenderai da dove provieni, diventerai naturalmente tollerante, comprensivo, multiforme” – come suggerisce il Daodejing.

Nel finale di un’epoca contrassegnata dal piagnisteo progressista corroborato da noiosissimi filmetti introspettivi firmati, si fa per dire, da troppi s/conosciuti che, a parte il temporaneo slash, tali resteranno, non possiamo non consigliarvi di correre a godervi un film intelligente, energetico, spettacolare & chi più ne ha più ne metta, suggerendovi persino di non perdervi i titoli di coda che danno conto delle numero di troupes impiegate nelle località in cui il film è stato girato – Taiwan, Berlino, Parigi, New York… – e dell’impressionante numero di tecnotronie impiegate…

ps/ Leggiamo la recensione che Internazionale (in edicola dal 26 settembre) dedica a Lucy a firma Jacky Goldberg de Le Inrockuptibles che definisce il film di Luc Besson “b-movie folle” e altre amenità consuete a chi di cinema – a parte la consueta, altisonante spocchia radical chic, in base alla quale tutto ciò che non rientra nei canoni di un background para-filo-pseudo marxista dedico-dedicato al perenne piagnisteo purché sia, che si traduce in gratuite stroncature la cui spietatezza è direttamente proporzionale alla frustrazione di chi le redige. Per quanto poi attiene a Internazionale – pur mal sopportando i suddetti e altri sui quali ci toccherà di ritornare – essendo l’unico settimanale italiota che ri-pubblica “il meglio dei giornali di tutto il mondo”, continueremo a comprarlo malgrado il torcicollo che ne consegue.

 

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in recensioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Lucy

  1. Sabrina alta densità ha detto:

    Con una recensione simile il ” minimo” che si possa fare è andare a vedere Lucy! Sperando di sviluppare e potenziare il cervello fino a raggiungere il massimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...