banane sicili/ane

willd banana from Don't-B-Offen-Dead >Alekandar Marcovich

willd banana from Don’t-B-Offen-Dead

Beta, una nostra affezionata amica e di persone che, per loro sicurezza, pre/feriamo non identi/ficare, versa nella seguente in/credibile situazione.

Beta – ancor giovane & bella donna nel limitare dei suoi secondi anta – sopravvive in una piccola comunità affogata nel nulla sicilia/ano, segregata per non dire schiavizzata, nella sua sacra famiglia composta nell’ordine > dalla vecchia mamma e dalla suocera nonché madre di un marito vittima di un incidente del lavoro che costringe il medesimo a deambulare su una sedia a rotelle > da un figlio maggiorenne, visto & considerato che la figlia, anch’ essa maggiorenne, è l’unico familiare che, regolarmente sposata e vivendo fuori casa, non ricade sulle spalle di Beta la quale, in quanto cristi/anizzata & battezzata, deve giocoforza et obtorto collo provvedere ai bisogni primari, secondari e voluttuari dei suoi familiari, ammesso ma non concesso che la famiglia, in quanto istituzione-fabbrica di follia, ognor ne abbia.

Il punto è che Beta, non potendone più dell’oggettiva situazione di schiava in cui si ritrova, vorrebbe ottenere dall’in/felice et in/valido marito – mai l’uso dello slash ci è sembrato più in linea con questa situazione – un permesso per una gita extrasicula della validità massima di una settimana la quale le consenta, per la prima volta in tutta la sua vita, di recarsi in visita degli inde/fessi sostenitori della sua causa, per poi tornarsene ancor più infelice di pria, alla sua dis/iteressata famiglia alla quale tornerebbe amore dei, la quale continuerebbe ad approfittare dell’agio di continuare a s/fruttare l’unica abile la quale, oltre alle faccende domestiche, è impegnata nell’espletamento di saltuarie pulizie domestiche presso parenti & amici degli amici, vicini & lontani, per 5 (cinque) fottuti euri l’ora.

Queste le sommarie ragioni che ci hanno indotto a riunirci per esaminare la delicata la situazione di Beta, pervenendo poi alla seguente deliberazione: “Beta potrà contare sulla fattiva et operativa collaborazione del gruppo in sua difesa costituito, all’unica, inderogabile et irrevocabile condizione che la stessa abbia autonomamente deciso di liberarsi dallo stato schiavitù in cui si trova, dopodiché il suddetto nonché anonimo gruppo, come del resto madre Mafia docet seculi seculorum amen,  esaminerà quanto sarà nei suoi poteri per fornire alla medesima Beta, gli appoggi che riterrà più opportuni, a partire dalla sicurezza della suddetta, nonché della sua nuova e libera domiciliazione & chi più ne ha più ne metta“.

Morale della favola > se veramente vuoi mangiare la banana devi prima sbucciarla! 

 

 

 

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in dalle & nelle fogne, fa'n e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a banane sicili/ane

  1. Anna ha detto:

    Lei si maschera e nasconde dietro l’infelicità altrui… ma non è
    una martire e nessuno si preoccupa della sua Felicità se non il “gruppo…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...