paura delle donne /3

from LoUve Evocation

from LoUve Evocation

Questo post fa vomitare e se ne sconsiglia la lettura ai deboli di stomaco e di violenza nei confronti di donne, bambini & chi più ne ha più ne metta.

Su Internazionale ancora in edicola fino a domani sera – per chi voglia leggere in forma integrale i due articoli di cui ci limitiamo a fornire una libera sintesi – ripubblica un pezzo di  Le Monde di Philippe Bernard, e un altro dell’Irish Times di Maria Luddy, entrambi raccapriccianti perché centrati su quello che la stessa stampa irlandese ha definito “l’olocausto irlandese“.

Fino a pochi anni fa “per la politica irlandese, come per la chiesa – recita il sottotitolo del pezzo di Maria Luddy – la maternità era sacra. Ma solo all’interno del matrimonio”.

“Nessuno accoglieva con gioia la gravidanza di una donna non sposata, e le ragazze madri più disperate provavano a partorire da sole per poi sbarazzarsi del corpo del neonato, altrimenti partorivano nelle cosiddette workhouse, una specie di ricoveri per indigenti”. Come la Casa del Buon Soccorso di Tuam, nella contea di Galway dove madri sciagurate e i loro bambini hanno subito per decenni maltrattamenti.

Al punto che venti giorni fa, in un intervento al parlamento il primo ministro irlandese Enda Kenny ha definito ” un abominio” il fatto che trentacinquemila ragazze madri finite in dieci case di accoglienza, tra cui quella cattolica di Tuam, siano state trattate da criminali e i loro figli siano stati sacrificati. Un decesso ogni quindici, per quasi quarat’anni. Esattamente 796 decessi tra il 1925 e la chiusura avvenuta nel 1961, nella sola casa cattolica di Tuam.

“Da cinquant’anni molte persone vivono accanto a questi mucchi d’ossa, ma hanno preferito non sapere – puntualizza Philippe Bernard – poi l’oblio ha fatto il resto”. “In quel periodo la gente preferiva non parlare, perché la chiesa faceva paura – conferma l’ex casco blu Frannie Hopkins che a suo tempo scoprì una fossa comune di ossa infantili, celata all’interno delle mura della Casa del Buon Soccorso di Tuam – chi denunciava le malefatte di un sacerdote o di una suora veniva etichettato come bugiardo [anche se] oggi l’Irlanda è diversa e la chiesa è meno potente“.

Le ultime rivelazioni della stampa irlandese parlano anche di vaccini che negli anni sessanta sarebbero stati sperimentati sui bambini delle case d’accoglienza, in maggioranza cattoliche ma anche protestanti. “Dopo lo scandalo dei preti pedofili e quello altrettanto clamoroso delle Magdalenes Laundries , gli istituti femminili gestiti dalle suore che accoglievano le ragazze perdute – verga Philippe Bernard – e le costringevano a lavorare gratuitamente per espiare i loro peccati (raccontati da Peter Mullan nel film Magdalene ispirato all’omonimo asylum di Dublino, che si occupava delle ragazze madri protestanti ), i demoni della propria storia rimossa scuotono di nuovo l’Irlanda cattolica“.

“Una cosa non dobbiamo dimenticare: gli enti operavano in una società che considerava i figli illegittimi e le ragazze madri una vergogna ma ancora negli anni sessanta alcune mie amiche rimaste incinte hanno deciso di sposarsi per non mettere in imbarazzo la famiglia – raccomanda prima di  concludere Maria Luddy – dagli anni venti in poi, tutte le società occidentali hanno considerato un preciso dovere della donna servire il paese attraverso il matrimonio e la maternità”.

Un dovere che per esempio nella nostra Sicilia, continua imperterrito da duemila anni da quando questa stirpe di pederasti & pedofili vatic/ani, per lo più refrattaria, ostile e nemica del genere femminile, sì attaccò ai nostri genitali e non ci ha più mollato, anche a costo della nostra vita, come hanno ampiamente dimostrato i secoli bui, durante i quali dominavano incontrastati i roghi della santa inquisizione della così/detta Apostolica & Cattolica Romana Chiesa.        

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in dalle & nelle fogne e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a paura delle donne /3

  1. Lori ha detto:

    letto e riletto: è un articolo crudo, duro com’è giusto che sia un articolo che parla di donne a cui è stata in qualche modo “negata” la maternità.
    Noi donne si muore in mille modi, da sempre…
    Grazie Aldo.

  2. Alfa Omega ha detto:

    Le donne non dovrebbero essere illuminate o educate in nessun modo. Dovrebbero, in realtà, essere segregate poiché sono loro la causa di orrende ed involontarie erezioni di uomini santi.” – Sant’Agostino, padre della chiesa cristiana cattolica…
    Quindi anche i bambini sarebbero la causa di in/volontarie erezioni di porci-preti-pedofili?”

  3. aldoricci ha detto:

    Evidentemente sì

  4. Hai avuto coraggio, come sempre, a riportare al pubblico questi orrori, nascosti o volutamente evitati. Ovviamente rivoltano lo stomaco, ma sono fatti orribili che vanno saputi. Invece non si sanno. Hai un riferimento all’articolo di Le Monde per poterlo far girare in questo paese delle “tre scimmiette”?

  5. aldoricci ha detto:

    grazie per il “come sempre”… anche se francamente mi fa specie che lei non mi abbia più seguito su questo blog… che continuo a tenere amore dei… il riferimento che cerca lo trova sul settimanale Internazionale n.1057 del 27 giugno/3 luglio 2014… anche on line… per lei questo e altro Signora… à la carte
    p/s se l’amerika dove lei vive… è il paese delle tre scimmiette… che dire di questo ex bel paesino di eunuchi-vigliacchi & chi più ne ha più lor lo metta… sempre grato se me lo saprà dire…

  6. Graziella Vaccaro ha detto:

    Con gli anni cambiano le armi…ma il risultato è lo stesso… le donne appena nate combattono per l’amore con una speranza totale e un arcobaleno addosso… nella mia terra le leggo alzando la testa,perché anche ciò che scrivono é nel cielo… qui le donne già nate si scambiano consigli sottovoce,con saggezze tristi… si aggrappano a merde travestite da scogli per non annegare… e puntualmente annegano… le fottono l’ansia del tempo, la ruga labiale, il muscolo tenero, i doveri, gli obblighi… sempre più stanche e più prede… mi ricordano il gioco della sedia…
    correre,correre,girare,girare…
    8 sedie per nove donne…
    7 sedie per otto donne…
    6 sedie per sette donne…

    E cadono tutte… cadiamo… tutte.

    • aldoricci ha detto:

      Nella mia terra… è qual’è la tua terra… forse una terra speciale dove gli uomini non cadono mai?… può anche essere… comunque sia… noi conosciamo solo terre… dove anche gli uomini prima o poi cadono… taluni addirittura per sempre…

  7. Graziella Vaccaro ha detto:

    Sicilia…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...