community

Riserva Privata San Settimino / leggenda

Riserva Privata San Settimino / leggenda

Come nella leggenda della Riserva Privata di San Settimio, nei 400 ettari della riserva venatoria, dove però non si caccia, è possibile fare trekking, equitazione, escursioni in quad e su fuoristrada, mountain bike & chi più ne ha più ne metta. Gli ospiti paganti o invitati, vengono ospitati nelle case coloniche degli ex contadini, ristrutturate solo all’interno mentre gli esterni sono immutati. Il territorio boscoso con torrenti e laghi, è attraversato da strade per lo più sterrate, che collegano le case con un ristorante, un laboratorio di cristalloterapia, una Spa, una sala congressi, e la piscina con bar mentre si attende il completamento dei lavori di una pizzeria spalancata su un panorama mozzafiato, con la finalità di accogliere gli abitanti del territorio circostante, stimolandone la partecipazione alla vita della comunità esistenziale.

Una comunità atipica perché, almeno al visitatore che varchi per la prima volta la sua soglia, appare dominata dall’armonia di una direzione e di una gestione per lo più femminili, come nel caso di Francesca Bartoletti figlia di Italo, scortata dalla dama di compagnia nonché simpaticissima Anna, o come Carolina Bernasconi & via discorrendo.

Una comunità almeno apparentemente priva dalle classiche dinamiche familiari e/o di gruppo, ma soprattutto scevra di olezzi e di pappine macrobiotiche, dove si pranza in un ristorante american club style, con un ottimo chef e un personale di servizio con il quale ci si da reciprocamente del tu, e al quale è possibile, una volta terminato il servizio, sedersi al tavolo degli ospiti e di intervenire nella conversazione.

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in consigli per gli acquisti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a community

  1. Susan ha detto:

    I always loved Aldous Huxley’s
    ideas and his book “Island” , of which
    this reminds me. Violinist Laura Archera
    Huxley expanded on his concepts as well.
    All the Best to you Aldo , :-) !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...