scrittura /9

Ale Cucchi / serie scrittori in erba

Ale Cucchi

Ale Cucchi di Enzo Cucchi Brunella Antomarini – un dandy di talento e una filosofa galattica – è un giovine eclettico scrittore in erba, troppo preso da troppe cose, per aver avuto modo di decidere cosa farà da grande – essere davvero uno scrittore? Sia quel che sia non crediamo che Ale abbia ancora sperimentato cosa voleva dire Charles Bukowsky quando scriveva che scrivere è duro! 

Questo lo diciamo perché in quest’epoca di tutti scrittori, in cui tutti o quasi si sentono impegnati a contemplare le proprie terga di scrittori più supposti che reali, al punto di sprecare magari la vita, leggendo & rileggendo se medesimi, si va perdendo la visibilità e la memoria di quei pochissimi scrittori, quelli veri sono sempre stati pochi, ai quali valga la pena di dedicare il nostro e il vostro sempre più risicato (dal web) tempo a disposizione.

Con ciò intendiamo testimoniare l’apprezzabile scrittura sperimentale di Ale Cucchi, della quale siamo lieti di fornirvi quanto di seguito riportiamo. Fedeli?

Architettura delle emozioni

Frammenti audio rubati a via dei Bosconi, tra i cipressi di Fiesole, in un abitazione di campagna isolata. 250 allarmi pronti a scattare, zone di boscaglia. La voce di Diana Baylon viene registrata dalla mia pennetta usb, presa pentagonale. Dialoghi fantasmi, trascritti senza portare rispetto né alla consequenzialità degli eventi né tantomeno a un ordine cronologico: 

Hanno rifatto le strade da poco, finanziate per un giro in bici di gente straniera, forse francesi (*). Mentre uno guida pensa a storie pazzesche che dovrebbero essere scritte, sviluppate.

Il 95% delle storie che mi vengono in mente le dimentico.

Poco, pochissimo rimane. Vi è quindi una selezione dalle strette maglie. Entrare, è sempre lì il principio della scena, qualsiasi cosa tu faccia, contano solo i tre secondi iniziali dell’azione, dove si stabiliscono le sorti di tutti i presenti. Il rumore di fondo è la cosa più inascoltabile e veritiera che ci sia. I corridoi della burocrazia emozionale sono lunghi, si districano allontanandosi. Percorrendoli ti senti chiuso in una funivia, vi è quella forma di freddo mentale. Ci si allinea per scomparire, per agire con gli altri. Si è su un orlo sul filo del rasoio, se guardi sotto come nuvole la ragione dell’uomo si muove presa da correnti misteriose. Si tenga conto anche delle distanze infinite, navicelle iperspaziali piene di plancton, tempi estesi.

Mi risveglio sopra un tappeto raro. Una geometria tridimensionale avvolge il mio corpo steso. Nella casa di via dei Bosconi ha rinfrescato, forse fuori è notte. Mi trovo in compagnia del figlio, che senza tanti giri cerca rifarmi perdere i sensi. L’ultima cosa che ricordo prima di riandare in black-out è un’immagine: la figura del figlio che silenziosa osserva le opere di sua madre, Diana Baylon. Fortunatamente la mia pennetta ha continuato a rubare emozioni sottoforma di parole dal basso contenuto morale, chiacchera, viaggi, film…”

(*) l’autore si riferisce al campionato mondiale di ciclismo svoltosi tra Fiesole e Fi/renzi nell’autunno del 2013

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a scrittura /9

  1. riccardo.b ha detto:

    Brucia ragazzo brucia…
    .http://youtu.be/c0iHQ5266JU

  2. aldoricci ha detto:

    … chi non è borghese scagli la prima pietra…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...