Risk / la cultura come rischio

Risk cover ottobre 2011

l’Umanité si conclude la frase di copertina, dal titolo della mostra di Geraldo Dicrola il 13 ottobre prossimo alla Maison de l’Italie a Paris.

“Con questo numero speciale di Risk Arte Oggi – esordisce l’ideatrice ed editrice della rivista Lucrezia de Domizio Durini – mi piace riandare indietro nel tempo… quando Harald Szeemann inaugurò la nascita di questo giornale presso il Circolo della Stampa di Milano… il 13 maggio del 1990… si decise di non avere pubblicità… con interventi di molti artisti da Marco Bagnoli a Michelangelo Pistoletto, da Ingeborg Lusher a Mimmo Rotella… io ero il direttore responsabile… lo stampatore Luigi Colussi che consegnava la rivista al distributore A&G Marco…

… giornale elitario distribuito in 20mila copie nei principali aeroporti… dalla distribuzione ritornava il 90% della tiratura: un grande successo editoriale  ma un disastro economico… sono trascorsi 21 anni, eppure nessuno in questa società stregata dal ritmo vorticoso dell’avere, si è accorto che il tempo scorre rapido verso il viaggio di non ritorno… un treno che è sempre in partenza… quanti nostri amici sono già su quel treno in corsa perenne… e… sorridono della nostra stupidità…

siamo entrati in un nuovo Medio Evo

Nella quarta di copertina c’è l’elenco dei circa 500 collaboratori tra i quali, oltre al nome del sottoscritto, figurano tra i molti altri, anche i nomi di Alberto Abruzzese, Umberto Allemandi, Altan ,Michelangelo Antonioni, Gino Bartali, Tobia Bezzolla, Attilio Bertolucci, Walter Bonatti, Massimo Cacciari, Paolo Calia, Silvio Ceccato, Bruno Corà, Costantino Costa Gravas, Guido Crepax, Raimondo D’Inzeo, Antonio D’Avossa, Arnoldo Foa, Dario Fo, Giuliano Gori, Tonino Guerra, Emilio Isgrò, Enzo Jannacci, Sophia Loren , Bigas Luna, Raffele Degrada, Jea Paul Gaultier, Mario Luzi, Mariuccia Mandelli (Krizia) Luca Missoni, Lisa Morpurgo, Thierry Mugler, Ernest Nolte, Giuseppe Panza di Biumo, Mario Perniola, Sergio Pininfarina, Vettor Pisani, Fernanda Pivano, Pierre Restany, Dino Risi, Aldo Roda, Nino Rota, Mimmo Rotella, Pier Aldo Rovatti, Emanuele Severino, Manlio Sgalambro, Mario Soldati, Ettore Sottsass, Pier Luigi Tazzi, Wim Wenders, Lina Wertmuller, Vivienne Westwood, Bob Wilson, Banana Yamamoto, Elemire Zolla…

Buon proseguimento, Lucrezia

Annunci

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in encomi, flash e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Risk / la cultura come rischio

  1. Ama ha detto:

    Chapeau!
    fare un’operazione elitaria nell’epoca in cui la massa e il convenzionale la fanno da padroni è stato un vero & proprio Risk!

  2. WikiBond007 ha detto:

    Non sono proprio d’accordo Ama, nel 1990 un’operazione di questo genere era perfetta… dopo i mitici anni ’80, si pensava veramente di essere ricchi… ci si vantava… a forza di lavoro sommerso (nero) si pensava di essere la settima potenza industriale… persino più ricchi della Gran Bretagna… senza togliere nulla a Risk che rimane un’operazione elitaria in un Paese che poi si sarebbe rivelato credulone e appiattito su valori da Soap Opera…nell’Elenco dei collaboratori della rivista leggo il nome di Walter Bonatti, figura mitica della mia adolescenza, mancato giusto l’altro ieri… R.I.P. Walter!!!

  3. shorthanded ha detto:

    It’s going to be ending of mine day, except before end I am reading this fantastic article to improve my knowledge.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...