progressisti, pacificisti & babuini

Ivan Pes / CBM archive

Nel tardo pomeriggio, dopo una giornata di lavoro, il mio modo per reagire alle feste, decido di andare al cinema e, dopo un rapido sguardo a quel che offrono i cinema di Firenze, leggo e sintetizzo la seguente recensione de L’altra verità di Kean Loach. Fergus e Frankie amici di infanzia sognano di diventare membri della SAS, le forze armate speciali britanniche. Fergus, una volta congedato, convince l’amico Frankie (ex paracadutista) ad andare in Iraq con lui come contractor (i guardiaspalle armati fino ai denti ingaggiati per proteggere i privati). Ma Frankie vien ucciso sulla Route Irish a Bagdad, la strada più pericolosa del mondo. Fergus, sconvolto dall’accaduto e non credendo alla versione ufficiale, indaga sulla morte dell’amico con a fianco Rachel, la vedova dell’amico morto ammazzato. Decido di andare a vederlo anche se Loach non corrisponde esattamente alle mie aspettative. Il film, ovviamente ben confezionato e ci macherebbe con quel che certamente è costato, è un pastone manicheo che da una parte ci mostra questi squallidi & violenti contractors ex paracadusti i quali, in/dipendentemente dalle loro origini proletarie – altrimenti perché andare a rischiare la vita anche in cambio di un sostanzioso ingaggio? – si vendono per soldi come altrettante puttane –  e dall’altra donne, vecchi & bambini massacrati, torturati & via discorrendo. L’ennesimo film contro la guerra intesa come categoria general generica e a/temporale, che consiglio senz’altro a chi sia in vena dell’ennesima in/cazzatura a stufo e a stanco, indipendentemente che sia a pro o a favore di furbi squaletti del palco/scenico come Loach. Quel che invece mi preme sottolineare, lo sto facendo da una vita, battendo sempre sul medesimo argomento, è quest’insopportabile cultura così/detta alternativa, per l’occasione surrettiziamente pacifista la quale, come sempre, altro non rappresenta se nonl’immagine speculare capovolta del sistema che vorrebbe, ormai da lustri & lustri, combattere, riuscendo soltanto a lucrare sui botteghini e sui proventi della stampa dello stesso tenore. Riproponendoci all’infinito una sorta di moto perpetuo tra il prendere o il lasciare, questo annoso sistema che ognun ha comunque sempre aborrito e aborre – la lutte continue, toujours? – e la sua alternativa capovolta, fin’ora solo et esclusivamente virtuale.  La quale quest’ultima, a parte le denunce sempre & comunque ben retribuite, oltre che impotente, appare via via sempre più fine a se stessa & via discorrendo & chi più ne ha più ne metta

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in bersagli, fa'n, pacifisti, recensioni e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a progressisti, pacificisti & babuini

  1. ama ha detto:

    la morale è sempre quella fai merenda con girella

  2. riccardo b ha detto:

    La morale è come la gomma da masticare Ama…si tira sempre dalla parte che vogliamo…ognuno se ne fa una sua…ci rimane fedele a vita e non cambiando un’emerità mazza crepa inde&fesso…
    Intanto l’emerita repubblick sbandierata per i 150 anni…dice che qualche bomba la butterà in Libia…ci faranno vedere le dirette Tv…e ci sciorineranno che siamo in pace and mission…Per cortesia…vogliamo serenamente dire che siamo in guerra?Una delle solite guerre pantano…che durerà fino a che l’ultima bandiera dell’alleanza non sventolerà sui pozzi petroliferi…altrimenti si correrebbe a chiappare …gheddafi per i fondelli…zac…possibile che nessuno ce lo abbia nel mirino?…questa con buona pace dei pacifisti è la verità…prendere o lasciare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...