La seconda liberazione?

photocomposit by Ivan Pes /CBM'archive

WikiLeaks & Cia smascherano il Caimano. “Il premier silvio berlusconi con le sue frequenti gaffes e la scelta sbagliata delle parole ha offeso quasi ogni categoria di cittadino italiano e ogni leader politico europeo… la sua volontà di mettere gli interessi personali al di sopra di quelli dello Stato ha leso la reputazione del Paese in europa e ha dato sfortunatamente un tono comico al prestigo dell’Italia in molte branche del governo degli Stati Uniti (…) Il lento ma costante declino economico dell’Italia compromette la sua capacità di svolgere un ruolo nell’arena internazionale. La sua leadership spesso manca di una visione strategica. Le sue istituzioni non sono ancora sviluppate come dovrebbero essere in un moderno paese europeo. La riluttanza o l’incapacità dei leader italiani a contrastare molti dei problemi che affliggono la società, come un sistema economico non competitivo, l’obsolescenza delle infrastrutture, il debito pubblico crescente, la corruzione endemica, hanno dato tra i partner l’impressione di una governance inefficiente e irresponsabile. Il primo ministro silvo berlusconi è il simbolo di queta immagine” – Ronald Spogli, anmasciatore Usa in Italy dal 2006 al 2009.

“Mentre berlusconi negli ultimi due giorni non ha insultato nemmeno un magistrato e si è appellato addirittura “all’amor di patria”, a urlare è il suo fedelissimo Giuliano Ferrara. Il direttore del Foglio (igienico n.d.r) si è accanito contro “un’aggresione giudiziaria che esprime un giudizio politico, antropologico e personale verso la figura di berlusconi”, contrapponendo “un’Italia civile” a “un’Italia molto speciale di Piazzale Loreto”, un paese ingiusto e spietato che invoca la Nemesi, la mitologica vendetta pagana” – dalla rubrica BARRITI sul Foglio Quotidiano di ieri.

nb / la scelta di scegliere le minuscole per il nome e cognome del premier non è accidentale

Colgo l’occasione per ribadire agli afficionados e ai visitatori abituali & occasionali del blog, che oltre a professarmi pagano, promulgherei l’istituzione di tanti Piazzali Loreto quante sono le città e cittadine italiane, da dotare di altrettanti musei dell’orrore, anche per ricordare ai posteri  di come fosse stato ridotto l’ex bel paesino, dopo quasi un ventennio di gestione da parte della canaglia politica liberticida, di destra & sinistra unite e avanti march!

About these ads

Informazioni su aldoricci

"Io gioco pulito ragazzi, ma se vi scopro a barare, vi porto via anche le mutande, e poi vi sparo nel culo!" (Robert Mitchum)
Questa voce è stata pubblicata in babbioni, bersagli, dalle & nelle fogne, encomi, fa'n, lettere aperte e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a La seconda liberazione?

  1. riccardo b ha detto:

    Quando anche il troppo…è troppo..storpia e L’elefante Ferrara sempre prodigo nella difesa…sembra proprio puntare ai valori Italioti dell’uomo qualunque…a richiamare Piazzale Loreto…Che storicamente nella memoria dell’appunto Italiotto medio non sia cambiato nulla è evidente…il fascismo è nel suo DNA…Ferrara ne conosce le profondità e ci fa leva…ma come si sa la Leva non solleva mai più del doppio del suo…peso…Non sono particolarmente amante dell’Usa e getta ma le parole dell’amasciatore americano non sono che l’eco di molti altri …nel rilevare l’arretramento dell’ex Bel Paesino…

  2. Margot ha detto:

    oddio..qui fra foto e testo c’è poco da stare allegri

    provo un profondo disagio difronte ad entrambi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...